Menu
Scuola online
Torna

Internazionalità ed eccellenza

Nella società della comunicazione è fondamentale crescere cittadini capaci di esprimersi attraverso molteplici universi di linguaggio e nuove strumentazioni tecnologiche.

La scuola secondaria di primo grado del Collegio Vescovile Sant’Alessandro si è sempre caratterizzata per una forte connotazione in termini di eccellenza.

Nell’ambito del rilancio delle iniziative dei Licei dell’Opera Sant’Alessandro, in particolare con la nascita del Liceo internazionale, si è deciso di definire un percorso di studi innovativo che garantisca una preparazione solida.

Per questo, pur nel rispetto dei valori che hanno costituito il patrimonio storico del percorso,  è stato avviato un processo di profonda e radicale revisione della proposta formativa che all’eccellenza coniughi l’internazionalità.

Le novità coinvolgono in particolare nei seguenti ambiti.

 

Area linguistica

Il Collegio Vescovile Sant’Alessandro ha intrapreso un cammino in direzione di una sempre più spiccata internazionalizzazione, con il fine di promuovere l’apprendimento delle lingue, sviluppare l’imprenditorialità e rispondere all’esigenza generalizzata di accrescere la dimensione europea e globale dell’istruzione.
I nostri studenti sono invitati a riflettere sulle diverse culture e ad acquisire la consapevolezza di essere parte di una società che travalica i confini nazionali e in cui ogni nazione contribuisce ad arricchire le altre, dando valore a una comune appartenenza.
I ragazzi, inoltre, vengono abituati, fin dalla scuola secondaria di primo grado, a concepire un futuro che potrà avere sbocchi, negli studi o nel lavoro, in paesi diversi dall’Italia. Il fine ultimo è quello di sviluppare negli studenti un senso della cittadinanza attiva che vada oltre i meri confini geografici di appartenenza.

Per realizzare tutto questo i nostri docenti mettono in campo la capacità di lavorare in un ambiente transnazionale, coinvolgendo gli studenti e facendoli partecipare a progetti di stages linguistici e scambi culturali (anche virtuali, es. eTwinning) bilaterali o multilaterali.

Negli ultimi anni negli approcci all’apprendimento linguistico ha assunto sempre più importanza il concetto di plurilinguismo, che pone l’accento sull’integrazione e invita a non classificare le lingue e le culture apprese (inclusa la lingua madre) in compartimenti mentali rigidamente separati, ma a farle interagire stabilendo dei rapporti reciproci.
Per questo motivo il Collegio Vescovile Sant’Alessandro ha scelto, da un lato, di potenziare la lingua inglese, dall’altro, di mantenere lo studio di una seconda lingua comunitaria a scelta tra lo spagnolo e il tedesco.

Infine è previsto, nell’ambito di alcune discipline, l’inserimento di unità di apprendimento con metodologia CLIL (Content and Language Integrated Learning).

La didattica CLIL (Content and Language Integrated Learning) è un approccio educativo tramite il quale alcune discipline vengono insegnate in una lingua differente dalla lingua madre, solitamente attuata attraverso la lingua inglese. Lo scopo che tale metodologia si prefigge, non è semplicemente quello di potenziare le competenze comunicative nella lingua straniera scelta, bensì quello di saperle applicare a svariate discipline. Per tale ragione uno dei principali obiettivi di tale didattica è quello di trasmettere allo studente contenuti, vocaboli e strutture grammaticali in lingua straniera specifici della disciplina curricolare insegnata attraverso tale metodo.

Si tratta quindi di un’esperienza di insegnamento e di apprendimento differente dalla tradizionale lezione frontale, applicata allo scopo di favorire un approccio alla materia che vede gli studenti direttamente coinvolti nel processo di apprendimento.

La metodologia CLIL permette quindi di applicare una nuova concezione dell’apprendimento delle lingue straniere, trasformandola in una lingua dell’apprendimento, per e attraverso l’apprendimento.

Potenziamento della lingua inglese

Gli studenti studiano inglese per 4 ore alla settimana, due delle quali con l’insegnante madrelingua: in questo modo, accanto all’apprendimento della morfosintassi, essi possono concentrarsi sugli aspetti comunicativi, sulla comprensione orale, nonché sconfiggere la “paura” di parlare in una lingua diversa dalla propria lingua madre.

Certificazioni linguistiche

Le indicazioni nazionali prevedono che gli studenti raggiungano il livello A2 del Quadro Comune Europeo di Riferimento per la conoscenza delle lingue (QCER) al termine del terzo anno della scuola secondaria di primo grado. Al Collegio Vescovile Sant’Alessandro proponiamo la certificazione Cambridge A2 Key (KET) al termine del secondo anno, anticipando così di almeno un anno l’acquisizione del livello A2 (Waystage). Per gli studenti che lo desiderino, invece, al termine del terzo anno è possibile sostenere l’esame Cambridge B1 Preliminary (PET) che certifica il possesso del livello superiore del QCER, cioè il livello B1 (Threshold).

Area artistica e tecnologica: approccio al disegno tecnico 2D e 3D

Il disegno tecnico negli ultimi decenni ha subito grandi trasformazioni in tutti i settori, e il CAD (Computer-Aided Design) ha sostituito gradualmente le tecniche tradizionali nell’ambito dell’intero processo della progettazione a tutti i livelli, dallo schizzo alla stampa 3D.
Per questo riteniamo utile integrare, già a partire dalla scuola secondaria di primo grado, questi strumenti, presentando i principi di funzionamento e i comandi principali per il disegno 2D e la modellazione 3D di oggetti semplici. L’uso del disegno CAD, complementare agli strumenti tradizionali, garantirà un approccio metodologico più immediato e completo alla materia.

 

Area scientifica: la didattica laboratoriale

La didattica laboratoriale nella scuola risulta molto curata anche grazie alle risorse strumentali.

Le linee metodologiche alla base dell’attività sono:

  • Favorire le attività di laboratorio, inteso come luogo in cui si confrontano idee, si progettano e si realizzano esperienze, si costruisce una conoscenza condivisa.
  • Inserire le diverse attività all’interno di un percorso articolato dove le conoscenze acquisite costituiscono il presupposto per sviluppi successivi.
  • Fare emergere e valorizzare ciò che i ragazzi già sanno per favorire il graduale sviluppo della conoscenze.
  • Cercare di coinvolgere i ragazzi in tutte le fasi del lavoro (progettazione, realizzazione dell’esperienza, verifica ed interpretazione dei risultati) programmando lo svolgimento di attività in piccoli gruppi.

I temi che verranno affrontati nel laboratorio di scienze riguardano:

  • Le proprietà generali della materia (fusione, ebollizione ecc.).
  • Biologia (analisi al microscopio, cromatografia ecc.).
  • Percorsi alimentari (ricerca dei grassi, degli zuccheri, dei lipidi negli alimenti ecc.).
  • Realizzazione di reazioni chimiche (precipitazione, formazione di Sali, separazione di materiali ferrosi ecc.).
  • Geologia: riconoscimento di rocce.

Quelli trattati nel laboratorio di fisica sono:

  • Esperimenti su semplici circuiti (legge di Ohm).
  • Magnetismo
  • Esperimenti sul moto.

Nel laboratorio di informatica si acquisiranno nozioni strutturate sull’hardware e sul software. Si analizzeranno alcuni applicativi per acquisire competenze propedeutiche all’utilizzo del Pc sia per la rielaboarazione di ricerche sia per poter accedere con maggiore consapevolezza ai corsi per le certificazioni ECDL.

 

Area umanistica: il pensiero critico

In una scuola media aggiornata ai tempi ma che intenda  preservare il patrimonio umanistico di cui l’italiano è il principale depositario, l’insegnamento storico-letterario e linguistico passa attraverso due punti essenziali: il “pensiero critico” e l’apertura verso le altre lingue e culture. Con ciò s’intende una trasmissione dei contenuti nella quale gli alunni sono sottoposti ad una continua alternanza di dati forniti dal docente e di domande su cui devono riflettere in classe, così da arrivare alla comprensione finale in modo collaborativo e critico, non unilaterale. La prospettiva “internazionale” poi prevede più moduli didattici in cui l’analisi di un dato testo o di un certo “genere letterario” si affrontino in collaborazione con i docenti delle lingue straniere, in ottica comparatistica e tematica: il tutto nel comune obiettivo all’educazione alla cittadinanza del mondo e alla multiculturalità.

 

Area sportiva: non solo a scuola…

Oltre alle attività proposte durante le ore di scienze motorie l’offerta si arricchisce con due proposte.

  • Il laboratorio sportivo pomeridiano (mercoledì e/o giovedì) offre ai ragazzi dai 11 anni in su un allenamento di breve periodo, ma di grande intensità e divertimento che possa essere utile sia all’avvicinamento che al perfezionamento degli sport di anno in anno proposti.
  • La vacanza sportiva abbina l’insegnamento di istruttori ed esperti nello sport giovanile alla possibilità per i partecipanti di praticare i propri sport preferiti (vela, snowboard, golf, arrampicata, tchoukball). I camp di 3-4 giorni (residenziali con pensione completa in albergo e day camp) si terranno durante le settimane scolastiche.

 

Offerta formativa

Scopri

Orari

Scopri

Servizi

Scopri

Esperienze internazionali

Scopri